Sinterapia      
           
Homepage
Le ultime news
Cos'è A.P.S.ME?
Cosa posso fare?
Ti trovi in questa sezione!
Consulta le esperienze degli associati
Scarica la documentazione
Contattaci!
 

COME FUNZIONA?

INTRODUZIONE - La sinterapia è un trattamento che agisce in sinergia con le attuali terapie, utilizzando il vaccino BCG per stimolare le difese immunitarie del corpo a reagire contro le cellule tumorali. Il nostro organismo, infatti, è già "attrezzato" a riconoscere ed eliminare tali cellule, ma spesso questo non avviene. Questa cura "attiva" le nostre difese, migliorando la qualità della vita del paziente. In quest'ottica è necessaria una piccola introduzione sulle basi del sistema immunitario, per meglio comprendere il funzionamento della terapia.

PREMESSA: LE BASI DEL SISTEMA IMMUNITARIO

La produzione di tutte le cellule del sangue è chiamato emopoiesi e si svolge nel midollo osseo. (Quando il midollo osseo è danneggiato o quando si verifica un’abnorme domanda di produzione di nuove cellule ematiche la sua funzione può essere vicariata da siti di emopoiesi extra-midollare: nel fegato e nella milza).

Tutte le cellule ematiche originano da una cellula staminale comune auto-rinnovantesi, destinata a differenziarsi lungo due linee: progenitore mieloide e progenitore linfoide.

Dal progenitore mieloide si differenziano le diverse linee: eritroide, megacariocitaria, granulocitaria, monocitaria, da cui derivano: eritrociti, piastrine , basofili, eosinofili, neutrofili, monociti. I monociti, una volta migrati nei tessuti, maturano trasformandosi in macrofagi. I macrofagi si trovano in tutti gli organi e tessuti connettivi e sono stati variamente denominati a seconda della loro localizzazione. Ad esempio, nel sistema nervoso centrale i macrofagi sono definiti cellule microgliali; nel fegato prendono il nome di cellule di Kuppfer; nelle vie respiratorie sono denominati macrofagi alveolari; nell’osso sono chiamati osteoclasti. Queste cellule svolgono la funzione di cellule accessorie nelle fasi di riconoscimento e di attivazione delle risposte immunitarie specifiche.

Dal progenitore linfoide si formano tre linee: linfociti B, cellule Natural Killer, linfocitiT.
I linfociti B risiedono per lunghi periodi di tempo all’interno dei tessuti linfoidi periferici, come milza, linfonodi, tessuti linfoidi associati alle mucose, nonché nel midollo osseo. Dal momento che i linfociti B producono  anticorpi capaci di agire a distanza dal luogo di produzione, essi non hanno bisogno di migrare e localizzarsi nei focolai infiammatori per mediare le difese dell’ospite.
La maturazione dei linfociti T non si verifica nel midollo osseo ma nel timo, successivamente i linfociti T ricircolano e si localizzano negli organi linfoidi secondari dove possono riconoscere gli antigeni estranei.Le cellule Natural Killer forniscono una prima linea di difesa contro microbi prima che si sviluppi una risposta specifica.

Leggi il seguito -->

 
Cosa trovo in questo sito?
     
 

- GLOSSARIO
Apri la pagina -->